sabato 1 Ottobre - domenica 2 Ottobre 2011   

Dalle colline di Conegliano alla laguna di Venezia

Coordinamento FIAB Veneto

Da Cimabanche a Venezia, la ciclabile che dai monti arriva al mare. Il tratto fino a Calalzo è completato; l’anno scorso abbiamo promosso l’itinerario da Calalzo a Conegliano, quest’anno vogliamo sensibilizzare le amministrazioni locali sul tratto da Conegliano a Punta Sabbioni.

Referente: Luciano 3403007428

APERTA A TUTTI

Programma di massima:
Il terzo appuntamento regionale per il 2011 per la promozione di itinerari ciclo turistici nella nostra regione ci vedrà pedalare nell’ultimo tratto che parte da Cimabanche e arriva ai margini della laguna di Venezia. Negli anni scorsi dopo aver percorso il tratto dolomitico e quello collinare, quest’anno percorreremo il tratto in pianura, la nostra due giorni inizierà da Conegliano, città che diede i natali al pittore Cima da Conegliano detto anche il poeta del paesaggio , oggi, la città è conosciuta anche come la terra del Prosecco.
Una volta lasciata Conegliano alle nostre spalle, in lontananza vedremo il castello di Susegana,pedalando per strade poco trafficate arriveremo a Nervesa della Battaglia, cittadina del Montello dove nel 1918 fu teatro di sanguinose battaglie tra gli eserciti italiani e austriaci. Prima di entrare a Treviso, avremo modo di ammirare qualche villa veneta, in particolare villa Spineda Loredan, oggi sede di VenetoBanca.
Treviso, città caratterizzata da una topografia medioevale, piazza dei Signori, cuore della città è la testimonianza, il fiume Sile che la bagna contribuisce ad abbellirla . Dopo averla visitata , monteremo sull’argine del fiume che con il suo andare sinuoso ad ogni ansa ci mostrerà tutta la sua voluttuosità, da più di qualche anno l’argine è stato trasformato in una bellissima e frequentatissima pista ciclabile, pista che ci porterà fino a Quarto d’Altino.
Il secondo giorno il nostro compagno di viaggio sarà sempre il Sile, arrivati alla frazione di Portegrandi un cortissimo ramo che segue il corso originale è collegato alla laguna per mezzo di una chiusa (è il canale Silone), mentre il ramo principale prosegue per Jesolo lungo il canale scavato all’epoca dalla Serenissima (il così detto Taglio del Sile).
Questa zona, affacciata alla laguna era un tempo prevalentemente paludosa, è stata bonificata a partire dal XV secolo,anche se le opere più radicali si sono avute tra il XIX e il XX secolo.
Arrivati alla periferia di Jesolo prenderemo la strada che porta al Cavallino, qui decideremo se proseguire per Lio Piccolo oppure puntare su Punta Sabbioni, arrivo della nostra seconda tappa.

Ritrovo: Sabato Stazione di Mestre, l’orario sarà comunicato al momento dell’iscrizione

Rientro: Domenica tardo pomeriggio

Percorso: pianeggiante

Lunghezza: Km 60 + 55

Difficoltà: Facile

Strada: asfaltata con tratti sterrati

Bicicletta: city bike mountain bike + camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco

Contributo per i soci:

- sabato 12,00 €
- domenica 12,00 €

Iscrizioni: esclusivamente in sede
− martedì dalle 15 alle 18
− giovedì dalle 18 alle 20
− venerdì dalle 15 alle 18

ARTICOLO di Luca pubblicato martedì 15 marzo 2011

calendario Gite 2011




Documenti allegati

Dalle colline di Conegliano alla laguna di Venezia Dalle colline di Conegliano alla laguna di Venezia (PDF - 185.8 Kb)