Calendario Gite 2013


Gennaio
sabato 05.01.13 - Piroa Paroa a Noale
cicloescursione - Giampaolo Quaresimin

Programma di massima

E’ la notte dei fuochi dei “Panevin” in tutto il Veneto e non solo, che risale all’epoca romana. Noi per la sera della Befana andiamo a Noale, dove per tradizione si tiene in piazza questa festa a contorno poi, del rogo propiziatorio con il grande falo’. Sul palco allestito si susseguono cori racconti e filastrocche in veneto arcaico. Intanto arrivano man mano i carri dalle contrade (trainati da cavalli o asini), con i figuranti vestiti da contadini dell’800; questi si pongono attorno alla grande pigna.
 Il numeroso pubblico presente può gustare pinza e vin brulè sotto i portici.- Poi via con l’imponente fuoco e, da dove girerà il fumo si faranno auspici sul raccolto del nuovo anno, e scacciare i brutti ricordi dell’anno trascorso. In caso di maltempo andremo alla Gazzera per la “Piroa Paroa”, dalla famiglia De Toni e alla Favorita poi.

Ritrovo e partenza: ore 19.30 in SEDE

Rientro: dopo le 23.30

Lunghezza: Km 35 circa

Percorso: prevalentemente in asfalto con ciclabili

Difficoltà: Media **

Bicicletta: citybike o mtb con camera d’aria di scorta

ESSER MUNITI DI BUONA ILLUMINAZIONE E GIUBBINO FOSFORESCENTE FIAB

alcuni tratti di strada sono al buio

“Con la nostra ultracentenaria bicicletta nata nel 1862 ma sempre più moderna”



domenica 20.01.13 - Montefortiana: camminata nei colli di Monteforte d’Alpone cicchettando tra (...)
escursione podistica - Bianca e Roberto Cian

PROGRAMMA DI MASSIMA :

Partecipazione alla grande marcia non competitiva “Montefortiana” – 38^ edizione. Evento di grande richiamo internazionale. Come Fiab ci saremo anche noi senza le biciclette per assaporare in lieta compagnia di amici questa rilassante e bella camminata. Lungo il percorso ci saranno ristori “rustici” offerti dagli Alpini e varie associazioni e sponsor della zona. Programma: Partenza mattutina alle 7 puntuali, per arrivare a Monteforte d’Alpone in tempo per la partenza della marcia prevista per le 8 e 30; Percorsi vari da scegliere al momento: di 9 Km (facile) oppure, per i più allenati, di Km: 14, 21 o max 28, con possibilità di più ristori gratuiti lungo il percorso. All’arrivo, il cui orario varierà da persona a persona ma indicativamente verso le 13-13,30, verrà offerto dall’organizzazione un piattino di tortellini “Avesani” che, come pranzo, potrà essere integrato con cibi propri. C’è comunque la possibilità di mangiare e bere qualcosa anche nei Bar e ristoranti della zona.

Ritrovo in pulman alle 14,30 con partenza alle 14,45 per Vicenza per una rilassante visita del centro storico. Alla fine della visita ci sarà un piccolo ristoro de “vin bon e panetton vansà”, offerto a tutti i partecipanti. Sono comunque graditi anche altri dolci, vini e leccornie portate da chi ha voglia e disponibilità. Partenza da Vicenza verso casa, alle ore 18.

Ritrovo e partenza:

ore 7.00 in Via Forte marghera nei pressi dell’Hotel President, con

possibilità di pargheggio gratuito in zona e partenza con bus GT.

Rientro:

da Vicenza verso le 18, con arrivo a Mestre verso le ore 19.00/19,30

Percorso:

piano e leggermente collinare

Lunghezza :

9 Km

Difficoltà:

facile

Abbigliamento:

sportivo e idoneo alla stagione, con scarpe adeguate

Strada:

asfaltata con tratti di sterrato

Pranzo:

pranzo al sacco

Contributo per tutti:

€ 16,00, comprensivo del costo del viaggio di A/R in Bus GT, dell’iscrizione alla marcia Montefortiana.

Iscrizioni:

martedì dalle 15,30 alle 17,30

giovedì dalle 17 alle 19

venerdì dalle 15,30 alle 17,30

esclusivamente in sede ed entro e non oltre martedì 15/01/2013




Febbraio
venerdì 15.02.13 - M’ILLUMINO DI MENO
referente: Giampaolo Quaresimin

M’ILLUMINO DI MENO

Ritrovo in sede ore 18,15

Partenza ore 18,30

Giretto in centro città dalle 18,30 alle 19,30 muniti di giubbino rinfrangente, fari anteriori e posteriori.



giovedì 21.02.13 - CALENDARIO CICLOESCURSIONI 2013

CALENDARIO CICLOESCURSIONI 2013

Se non avete già il cartaceo potete prelevare il "Calendario delle Attivita 2013" da questo sito, in formato PDF , vedi allegato.

Vi ricordiamo che nel calendario ogni iniziativa è descritta in sintesi.

I particolari di ogni escursione si possono trovare in home page 15 giorni prima (circa) della data assieme alla locandina con il programma definitivo e quindi le eventuali variazioni.

Altrimenti in sede negli orari di:

apertura estiva (aprile-ottobre)

mart e ven 15.00-18.00 ; gio 18.00-20.00

apertura invernale (novembre-marzo)

mart e ven 15.00-17.00 ; gio 17.00-19.00



domenica 24.02.13 - il mare d’inverno
cicloescursione - Mauro Guglielmi e Giuliana Armani
il mare d’inverno


Marzo
domenica 10.03.13 - II° PIONCA DAY PER ARGINI ALBERATI E SENZA BARRIERE
II° PIONCA DAY 10 marzo 2013

II° PIONCA DAY PER ARGINI ALBERATI E SENZA BARRIERE

CI TROVEREMO CON LE BICI ALLE 8:15 IN SEDE A MESTRE

PARTENZA 08:30

PRIMA SOSTA IN PIAZZA A MIRANO DOVE CI ASPETTA MICHELE ZUIN

Partenza lungo il Pionca . Lascieremo il Pionca e capirete perché . Raggiungeremo il Serraglio che ci porterà a Mira in prossimità dell’albero di Silvia, dove sosteremo per una riflessione. Proseguiremo poi per il prezioso Borgo di MIRA PORTE , dove l’organizzazione offrirà VINBRULE ’ per ristorarci un po’. Faremo una foto di Gruppo e percorrendo la Seriola (antico acquedotto Veneziano) Raggiungeremo DOLO dove faremo un’altra foto di Gruppo e ci saluteremo con un grande Arrivederci . Inf o: mi c at 53 6@y aho o . i t



domenica 17.03.13 - Per la Valsugana ciclabile nel nostro territorio
Referenti: Cicloliberi

Per la Valsugana ciclabile nel nostro territorio

Pedalata urbana di sensibilizzazione per la conversione in pista ciclabile del vecchio sedime ferroviario.



domenica 24.03.13 - Giornata Nazionale del FAI
Carlo Zaffalon

Come gli scorsi anni andremo pedalando a visitare dei siti d’importanza storico artistica aperti in occasione della giornata nazionale del FAI

Partendo dalla sede e arrivati ai 4 cantoni, si imbocca il Terraglio verso Mogliano Veneto. Giunti al centro e dopo aver superata la ferrovia, si attraversa il Parco del Sole; qui inizia una comoda ciclabile che porterà a Campocroce, piccolo agglomerato dominato dalla mole della filanda Motta e da una chiesetta quattrocentesca. Poco dopo la località di Sambughè ci mostra una chiesa dalla bella architettura con un campanile gotico coevo a quello Mogliano veneto con il tetto a cono. Il percorso si snoda parallelo al Terraglio con visione di qualche villa veneta sparsa nella campagna. Seguendo strade interne si giunge a Sant’Angelo, piccola oasi naturalistica formata dalle acque del Sile; seguendo il fiume si arriva alle mura di Treviso lambite dallo stesso Sile e da altri fiumi di risorgiva a formare una formidabile barriera difensiva della città cinquecentesca. L’ingresso viene attraverso porta Santi Quaranta una delle porte storiche e artistiche della città. Si prosegue per via Santa Bona fino a giungere al primo monumento FAI visitabile: Villa Cà Zenobio grande complesso signorile del’500 e del ‘700. Sosta pranzo al sacco presso centro parrocchiale di S.Bona. Partenza per Quinto ove si visiterà il secondo monumeto FAI: la chiesa di San Cassiano, rimaneggiata, con campanile del XI° secolo e piccole ma preziose opere d’arte all’interno. Il paese è circondato dal Sile e la sua vita fu strettamente legata all’acqua. Dopo aver percorso alcuni kilometri della vecchia ferrovia Treviso-Ostiglia cui la Fiab ha dedicato molto impegno per il suo ricupero, si arriva alla chiesa di s. Cristina al Tiveron che conserva all’interno una straordinaria pala d’altare di Lorenzo Lotto coetaneo di Tiziano e considerato il suo diretto antagonista. Poco dopo si arriva all’oasi di Cervara formata da una grande isola circondata da due rami del Sile; all’interno si trova il vecchio mulino con macina di pietra e i diversi ambienti naturali. Per il rientro si percorrono piccole strade all’interno di luoghi che conservano ancora la vecchia florida bellezza. Un brindisi finale di arrivederci concluderà la giornata.

Ritrovo: in sede alle ore 8.00

Partenza: ore 8.10

Percorso: pianeggiante

Lunghezza: Km.65

Difficoltà: facile

Strada: asfaltata/breve tratti sterrati

Bicicletta: city-bike e una camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco

Rientro : nel pomeriggio

Contributo di partecipazione :

. soci FIAB: € 6,00

. non soci : € 8,00

Iscrizioni: esclusivamente in sede

martedì dalle 15.00 alle 17.00

giovedì dalle 17.00 alle 19.00

venerdì dalle 15.00 alle 17.00



domenica 24.03.13 - Giornata nazionale di primavera
Referenti: Carlo e Daniela Zaffalon

Giornata nazionale di primavera

Escursione a sostegno del FAI, Fondo per l’Ambiente Italiano, che propone iniziative per meglio conoscere e apprezzare il nostro patrimonio artistico e ambientale.




Aprile
domenica 07.04.13 - Sulle tracce dei TIEPOLO
referente: Loris

Seguiremo le loro tracce lungo un percorso che si distende nella campagna tra Mestre e Padova.

Programma di massima

Giambattista Tiepolo e il figlio Giandomenico sono due dei maggiori esponenti della pittura veneta del ‘700. Seguiremo le loro tracce lungo un percorso che si distende nella campagna tra Mestre e Padova. Dalla sede in via Col di Lana si raggiunge Salzano, caratterizzata dalla seicentesca villa “Romanin Jacur”, attualmente sede della biblioteca, che nasconde gli edifici dell’antica filanda. Si prosegue verso Zianigo dove Giambattista Tiepolo si trasferì da Venezia e vi nacque il figlio Giandomenico. Nella chiesa arcipretale del XV secolo successivamente rimaneggiata, tra le numerose opere d’arte, sua la bella pala con sant’Antonio, Gesù bambino e santi. Dopo aver attraversato lo splendido parco, si raggiunge il centro di Mirano nel cui duomo si trova la celebre pala dedicata al miracolo di sant’Antonio. Dopo la tradizionale sosta caffè l’itinerario continua verso Stra. Sosta pranzo in prossimità di Villa Pisani che conserva alcuni affreschi dei due pittori. La villa e il parco sono visitabili a pagamento. Lasciata la riviera del Brenta, correndo sull’argine sterrato “il Serraglio” e costeggiando i centri di Fiesso, Dolo e Mira si rientra a Forte Mezzacapo.

Chi lo desidera potrà soffermarsi per visitare le mostre e seguire le attività di “CiclicaMente 3”.

Ritrovo : ore 8.45 in sede di FIAB Mestre

Partenza: ore 9.00 dalla sede

Rientro: ore 18.00 circa

Lunghezza: Km. 75 circa

Percorso: in prevalenza strade asfaltate e un tratto di sterrato agevole (Km. 10 circa)

Difficoltà: media ** (valore di difficoltà 80) itinerario totalmente pianeggiante

Bicicletta: di qualsiasi tipo in buono stato di funzionamento e con camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco

Referente : Loris Brunello 328.0064301

la cicloescursione è aperta a tutti

Contributo:

. Soci FIAB € 3.00

. Non soci € 5.00

Iscrizioni in sede negli orari di apertura:

Martedì ore 15.00 – 18.00

Giovedì ore 17.00 – 19.00

Venerdì ore 15.00 – 18.00



domenica 07.04.13 - Sulle tracce dei Tiepolo
Referenti: Gianfranco A. e Loris B.

Sulle tracce dei Tiepolo

Gianbattista e Giandomenico Tiepolo sono due dei maggiori esponenti della pittura veneziana del XVIII secolo: seguiremo le loro tracce nell’entroterra veneziano da Mirano a Stra.



sabato 13.04.13 - I segreti della Gronda Lagunare.
BiciNfamiglia

Inizia con questa cicloescursione di mezza giornata l’edizione 2013 di BiciNfamiglia che come sempre contempla pedalate per le famiglie e quanti altri sono interessati a ciclescursioni non impegnative da affrontare in simpatica compagnia.

RITROVO: ore 14.30 Parco San Giuliano - ingresso principale Porta Rossa

RIENTRO: previsto ore 18.30 circa

PERCORSO: pianeggiante, prevalentemente su sterrato agevole, di circa 15 Km.

BICICLETTA: di qualsiasi tipo, in buone condizioni e con camera d’aria di scorta

ISCRIZIONI: sede FIAB o alla partenza entro le ore 14.15

CONTRIBUTO:

- euro 3 (costo della copertura assicurativa RCA)

- gratuito soci FIAB e ragazzi fi no a 8 anni

Durante l’escursione si raccomanda di indossare abbigliamento adeguato all’ambiente . Binocolo e macchina fotografica saranno molto utili.



sabato 13.04.13 - Bicinfamiglia: I segreti della Gronda Lagunare
Referenti: Gianfranco A. e WWF Venezia

Bicinfamiglia: I segreti della Gronda Lagunare

Da Parco San Giuliano verso le barene di Campalto e Tessera in un itinerario tra storia e natura alla scoperta di piante e animali caratteristici del nostro territorio.



domenica 14.04.13 - PRAGLIA e i Colli Euganei
Referenti : Eliane & Viviana

Dal Festival della bicicletta, YES WE BIKE 2013, al percorso regionale E2 "Anello dei Colli Euganei" e dal Castello di San Martino all’Abbazia di Praglia pedaleremo tra storia e natura nel vicino territorio padovano.

Programma di massima:

Scesi dal treno a Padova pedaleremo su piste ciclabili fino a Prato della Valle dove si svolge YES WE BIKE 2013 , festival della bicicletta alla sua 6° edizione. Ci iscriveremo alla manifestazione ricevendo così la pettorina con il logo, i gadget e gli snack lungo il percorso. Assieme agli amici padovani arriveremo, lungo l’Argine sinistro, all’Azienda agricola “La Primizia” per il primo snack enogastronomico offerto, dopo i saluti proseguiremo lungo il Bacchiglione fino al Castello di San Martino , edificato per il controllo dei traffici fluviali specie tra il periodo Carrarese ed il primo periodo di dominio veneziano. Dopo la sosta pranzo intercetteremo il percorso regionale ciclabile E2 Anello dei Colli Euganei che ci condurrà all’Abbazia di Praglia , un monastero benedettino fondato nel XII secolo e più volte rimaneggiato. Deve il suo attuale aspetto al periodo rinascimentale. La sua biblioteca raccoglieva decine di migliaia di reperti di inestimabile valore ma vari eventi storici, tra cui non va scordato il periodo napoleonico, e l’incuria fecero in modo che questo patrimonio venisse disperso. Fortunatamente oggi la biblioteca, ritenuta monumento nazionale italiano, sta tornando ai suoi antichi splendori e la collezione vanta oltre 120.000 volumi. Saremo accompagnati da uno dei monaci che ancora risiedono nell’abazia per conoscerne gli aspetti più caratteristici. Poi rientreremo a Padova per l’ultimo snack e foto al YES WE BIKE 2013 e quindi al treno per casa.

cicloescursione aperta a tutti

Ritrovo: in stazione FS alle 7.30

Rientro: previsto per le 18.30

Percorso: asfalto e tratti di buono sterrato e interamente pianeggiante

Lunghezza: Km. 50

Difficoltà: medio/facile

Bicicletta: di qualsiasi tipo in buone condizioni e con camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco

Contributo: Soci FIAB € 15.00 - - - - Non soci € 18.00

Iscrizioni: in sede

martedì dalle 15 alle 18

giovedì dalle 18 alle 20

venerdì dalle 15 alle 18



domenica 14.04.13 - FIAB Spinea Gita ai laghetti di Martellago con guida naturalistica

La sezione di Mestre FIAB Spinea Amica bici saluta la primavera con la sua prima gita di allenamento di circa 35 km pedalando dal Graspo d’Uva fino al parco Laghetti di Martellago. Cicloescursione adatta a tutti gli amici della bici, a famiglie e giovani. In questo meraviglioso habitat naturale una guida naturalistica, ci accompagna per una visita all’area umida e all’avifauna.

Partenza alle 9.45 dal parco delle Stagioni al Graspo d’uva.

Partenza anche da Mestre (40 chilometri), con ritrovo alle 9.20 alla sede Fiab tra via Col di Lana e via Venezia.

Arrivo previsto a Martellago per le ore 11.

E’ previsto anche il pranzo (previa prenotazione) con pastasciutta al bar del parco, poi sempre in bicicletta, attraverso i vari bacini creati dalle cave, sempre accompagnati da un esperto e rientro nel pomeriggio.

Sarà sicuramente una giornata che i partecipanti ricorderanno con piacere: il maltempo dovrebbe essere finalmente finito.

Costo della giornata: 14 euro per i soci FIAB, 16 euro per i non soci.

E’ necessario prenotare e comunicare la propria partecipazione, telefonando al referente gita.

Info: Riccardo 338.7145056 .



domenica 14.04.13 - Praglia e i Colli Euganei
Referenti: Viviana T. e FIAB Treviso

Praglia e i Colli Euganei

Sui colli Euganei in compagnia degli amici trevisani con cui visiteremo il Monastero e Abbazia Benedettina di Praglia, centro mondiale del restauro del libro antico.



domenica 21.04.13 - Chioggia vista dal mare
Referenti: Biagio D’U. e Luigi G.

Chioggia vista dal mare

Suggestiva escursione che parte dalla saccisica, fino a Chioggia, dove visiteremo a bordo di un Bragozzo la cittadina dall’acqua, per fare poi rientero a Mestre passando da Pellestrina e il Lido di Venezia.



domenica 21.04.13 - Chioggia vista dal mare
Referenti: Biagio & Luigi

Programma di massima:Arrivati alla stazione di Piove di Sacco, attraverso strade secondarie arriveremo sull’argine del fiume Bacchiglione dove lo percorreremo fino ad incrociare il fiume Brenta e proseguiremo fino ad arrivare a Chioggia dove è previsto il pranzo al sacco.

Ci imbarcheremo in un bragozzo, dove il sig. Tiozzo,ci farà ammirare la città dal mare attraverso i suoi canali e ci condurrà a Cà Roman dove percorreremo tutta l’isola di Pellestrina e l’isola del Lido per poi imbarcarci sul ferry per il Tronchetto.

Sbarcati dal ferry attraverso il ponte translagunare, in attesa della nuova pista ciclabile promessa dal Comune di Venezia, arriveremo al parco di San Giuliano dove alla porta Rossa ci saluteremo.

per motivi logistici i posti saranno limitati a 28 partecipanti

Ritrovo: Stazione di Mestre ore 07.50 - lato portabagagli

Rientro: tardo pomeriggio

Percorso: pianeggiante, asfaltato con tratti di sterrato

Lunghezza: km 65 circa

Dislivello: nullo

Difficoltà: MEDIO – Gd = 70

Bicicletta: citybike – mtb con camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco

Contributo per i soci: € 17,00#

N.B. la quota non comprende il biglietto personale + bici, del Ferry da Pellestrina al Lido e dal Lido al Tronchetto.

Sarà cura di ogni partecipante procurarsi i relativi biglietti. € 1,10 per bici + € 1,30 a persona con Tessera IMOB per tratta

Iscrizioni: in sede
- martedì dalle 15 alle 18

- giovedì dalle 18 alle 20

- venerdì dalle 15 alle 18



giovedì 25.04.13 - Resistere, pedalare, resistere
Referenti: Staff

Resistere, pedalare, resistere

Festeggiamo con una pedalata aperta a tutti il giorno della "Liberazione".



giovedì 25.04.13 - Resistere Pedalare Resistere
Referenti: Ruggero Zanin & Antonella Rigamonti

Il 25 aprile in Italia è la Festa della Liberazione, si ricorda cioè l’anniversario della liberazione dal nazifascismo.

Per combattere il dominio nazifascista si era organizzata la Resistenza, formata dai Partigiani. Questi erano uomini, donne, giovani, anziani, preti, militari, persone di diversi ceti sociali, diverse idee politiche e religiose, ma che avevano in comune la volontà di lottare personalmente, ognuno con i propri mezzi, per ottenere in patria la democrazia e il rispetto della libertà individuale e l’uguaglianza.

Dopo i discorsi ufficiali di rito (ANPI) in Piazza Ferretto ci si ritrova in piazzetta Pellicani per raggiungere il forte Gazzera, Zelarino, Forte Mezzacapo , dove è previsto piccolo rinfresco e un breve cenno storico letterario per poi proseguire verso Carpenedo percorrendo la pista ciclabile di Via Don Tosatto, attraversando il boschetto di Carpenedo e arrivando fino al Forte Carpenedo, dove ci accorrerà Francesco, gestore del forte e dove faremo il pranzo con i partigiani (prenotazione obbligatoria).

Dopo il pranzo liberi tutti, chi vorrà potrà assistere alle altre iniziative programmate per la giornata.

L’escursione è aperta a tutti

Ritrovo: ore 10.45 in Piazzetta Pellicani,Mestre

Rientro: primo pomeriggio

Percorso: pianeggiante

Lunghezza: km 30 circa

Dislivello: nullo

Difficoltà: Gd 30 = facile *

Bicicletta: citybike – mtb con camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco oppure presso il forte Carpenedo previa prenotazione entro il 22 aprile al n.cell. 339.5257573 al prezzo concordato di € 13,00

Contributo:

- Soci FIAB € 2,00

- Non soci € 3,00

Iscrizioni: in sede o alla partenza della ciclo escursione

martedì dalle 15 alle 18

giovedì dalle 18 alle 20

venerdì dalle 15 alle 18



domenica 28.04.13 - Andar per erbe spontanee
Referenti: Maria P. e Ornella P.

Andar per erbe spontanee

Maria e Ornella vi aspettano per una brillante passeggiata per prati, boschi e trosi alla scoperta di erbe d’altri tempi.



domenica 28.04.13 - AnDar per ErBe SponTanee
Referenti: Maria & Ornella

Programma di massima: L’itinerario della nostra cicloescursione ci porterà lungo prati verdi nelle campagne per la raccolta di alcune erbe spontanee con soste al Bosco di Mestre – Favaro Veneto – Dese – Gaggio, dove faremo una sosta caffè, per giungere poi a Pontealto, Quarto d’Altino ed Altino.

Altino era un’antica città localizzata nell’attuale comune di Quarto d’Altino in provincia di Venezia, un antichissimo insediamento paleoveneto e un minuscolo centro sorto di recente sul luogo dell’omonima città romana, un tempo fiorente porto affacciato alla Laguna Veneta. Di Altino resta oggi un’ interessante area archeologica, in vista un tratto di strada romana con stralci di pavimenti a mosaico e nei pressi del museo annesso si trovano i resti di una grande porta pretoria.

Inizieremo la raccolta di erbe spontanee commestibili, ecco alcune di esse: rosoline – dente di leone o tarassaco – radicchio di campo – carletti – bruscandoli – orecchie di lepre ed altre. Al termine della raccolta verranno fornite alcune spiegazioni per realizzare delle buone ricette di cucina.

ESCURSIONE APERTA A TUTTI

Ritrovo: ore 8.45 in Sede FIAB Mestre

Rientro: ore 18.00 circa

Percorso: asfalto e un breve tratto di sterrato agevole (Km. 5 circa)

Lunghezza: Km. 45 circa

Difficoltà: facile

Bicicletta: di qualsiasi tipo in buono stato di funzionamento, con camera d’aria di scorta

Accessori: un paio di guanti, un coltellino e un sacchettino

Pranzo: al sacco (possibilità di una pastasciutta alla Trattoria Altino)

Contributo per i soci:

Soci FIAB €. 1,00

Non Soci €. 3,00

Iscrizioni: esclusivamente in sede

- martedì dalle 15 alle 18

- giovedì dalle 18 alle 20

- venerdì dalle 15 alle 18




Maggio
mercoledì 01.05 - domenica 05.05.13 - MAREMMA : dalla Costa degli Etruschi al Monte Argentario
CICLOVACANZA PRIMAVERILE dal 1 al 5 maggio 2013

Le capogita Viviana, Eliane, Clara e Lorena ci porteranno cinque giorni nella costa toscana: dal percorso Bicitalia n.16, Etruschi Bike, proposto da FIAB onlus che attraversa la Costa degli Etruschi da Livorno a Cala Violina, all’immersione nella verde Maremma pedalando in riva al Tirreno o in campagna dove i grandi spazi sono lo scenario ideale per viaggiare all’aperto in armonia con un territorio dove la dimensione del viaggio rispetta i ritmi dell’uomo.

Ecco il preludio alla ciclovacanza che vivremo in terra toscana nella stagione in cui il paesaggio mostra i suoi colori più belli.

Assaporeremo in bici 300 km di storia, di cultura e di natura, il modo ideale per entrare in sintonia con il carattere di questa terra. Le strade assecondano le curve di un territorio sempre vario seguendo ora la costa, ora i profili collinari o disegnano imprevedibili traiettorie tra oliveti e vigneti o inseguono misteri etruschi.

Seguiremo la traccia della Consolare Via Aurelia e alcuni tratti della cinquecentesca Via dei Cavalleggeri toccando Calafuria, Quercianella, Cecina, Bolgheri, Castagneto Carducci e l’affascinante San Vincenzo. Pedaleremo poi nella sezione maremmana della Ciclopista del Sole tra Follonica, Marina di Grosseto, Grosseto, Magliano e Orbetello passando anche per Castiglione della Pescaia, Rispescia, Montiano e la Feniglia dove regnano i fenicotteri rosa.

Al quinto giorno visiteremo con la guida il Parco Naturale Regionale della Maremma meglio conosciuto con il nome di Parco dell’Uccellina (dal nome dei monti che ne fanno parte), l’oasi protetta più grande della Maremma con un’estensione di 9800 ettari circa.

APERTURA ISCRIZIONI : venerdì 1 febbraio 2013

ci si iscrive esclusivamente in sede negli orari di segreteria :

martedì ore 15.30 – 17.30

giovedì ore 17.00 – 19.00

venerdì ore 15.30 – 17.30

Contributo soci FIAB : € 350,00

Acconto all’iscrizione : € 100,00



domenica 05.05.13 - Dall’Adige al Po
Referenti: Coordinamento FIAB Regionale

Dall’Adige al Po

Seguiremo il percorso ciclabile ultimato recentemente che congiunge l’Adige al Po consentendo di visitare cittadine di grande interesse storico artistico del Polesine quali Lendinara, Fratta e Polesella.



domenica 12.05.13 - BIMBIMBICI 2013
Referenti: Staff FIAB Mestre

BIMBIMBICI 2013

Torna in allegria la manifestazione dedicata ai più piccoli e ai loro genitori; una gioiosa pedalata cittadina, poi giochi, spettacoli e intrattenimenti per tutti.



sabato 18.05 - domenica 19.05.13 - Asolo in bicicletta
Referenti: Antonio D.V. e FIAB Treviso

Asolo in bicicletta

Pedalata di due giorni attraverso la Marca Trevigiana in un itinerario tra arte e natura. Il caratteristico borgo, il cui sviluppo spazia su mille anni di storia, sarà la meta del nostro tour.



sabato 18.05 - domenica 19.05.13 - ASOLO e la campagna trevigiana
Referente: Antonio Dalla Venezia e FIAB Treviso

Pedalata di due giorni, partendo da “casa” attraverso la campagna trevigiana e le colline asolane.

Assieme agli amici della FIAB di Treviso percorreremo insieme la bella ciclabile lungo l’ex ferrovia Ostiglia e il lungo argine sterrato in fregio al Muson. Una discreta salita ci condurra al borgo e alla nostra residenza asolana: Villa Flangini.

Nel tardo pomeriggio visiteremo lo splendido giardino di Villa Freya Stark, grande scrittrice ed esploratrice, che qui ha vissuto per molti anni. Nel giardino della villa si trovano i resti della romana Acelum, con il teatro, la basilica ed il foro.

In serata daremo un primo sguardo alla città con la sua piazza principale, il duomo, con la tela di Lorenzo Lotto, il castello della Regina Cornaro e le tante ville, come la Casa Longobarda e la Villa degli Armeni, che impreziosiscono i suoi dolci panorami.

Dopo cena potremo assistere, per la XI edizione di Asololibri, all’incontro con lo scrittore Wainer Molteni.

Domenica mattina potremo completare la visita della città. Ritorneremo verso Treviso e Mestre attraverso strade secondarie ed a basso traffico.

Ritrovo: - ore 8.15 in sede,

- 8.45 Zelarino (Chiesa)

Rientro: ore 19.00

Percorso: Medio

Lunghezza: km 80+80

Dislivello: 150+ 150

Difficoltà: GD 100

Gd<10 FACILISSIMO

da 10 a 30 FACILE °

da 30 a 60 MEDIO/FACILE ° °

da 60a100 MEDIO ° ° °

da100a150 MEDIO/DIFFICILE ° ° ° °   da150a210 DIFFICILE ° ° ° ° °

oltre 210 DIFFICILISSIMO ° ° ° ° ° °

Bicicletta: citybike – mtb con camera d’aria di scorta (meglio due)

Pranzo: al sacco

Contributo per i soci: 60 euro

(sistemazione in Villa Flangini in stanze doppie e triple con trattamento di mezza pensione)

Posti disponibili: n. 20

Iscrizioni: in sede
- martedì dalle 15 alle 18

- giovedì dalle 18 alle 20

- venerdì dalle 15 alle 18



domenica 26.05.13 - Bicinfamiglia
Referenti: Staff FIAB Mestre

Bicinfamiglia

Ritorna l’appuntamento con le uscite dedicate a grandi e piccoli alla scoperta del nostro territorio e dei suoi segreti tra natura, arte e storia.



domenica 26.05.13 - Brda, il Collio Sloveno
Referenti: Stefano C. e Gianni B.

Brda, il Collio Sloveno

Una cicloescursione tra paesi medievali, borghi abbandonati, chiesette, vigneti e alberi rossi di "cepike, napoleonke e tercinke"...



domenica 26.05.13 - ad AlTinO con CLaudia e AuGusTo in ALTaleNa
BicInFamiglia

La giornata si svolge nel Comune di Quarto d’Altino in cui ci arriveremo in treno trovandoci alle ore 9.00 in stazione a Mestre oppure con tutti i partecipanti alle ore 10.00 davanti il Municipio di Quarto d’Altino.

Lasciata Quarto d’Altino, seguiremo il “Percorso della Memoria” che costeggia in parte il fiume Zero fino all’area archeologica di Altino per partecipare alla manifestazione “Altino gioca in altalena”.

Dopo la sosta pranzo si raggiunge il Sile e correndo sull’argine si ritornerà verso Quarto D’Altino per il rientro dopo aver toccato la Conca di Portegrandi con il suo caratteristico affaccio sulla laguna.

L’intero percorso si snoda seguendo le anse dei corsi d’acqua Zero e Sile in un ambiente particolarmente interessante dal punto di vista culturale e naturalistico.

Il percorso potrà subire variazioni dipendenti dai lavori di realizzazione di una nuova strada nella periferia di Quarto d’Altino.

RITROVO:

- ore 9.00 a Mestre stazione ferroviaria

- ore 10.00 municipio nuovo per chi raggiunge Quarto d’Altino con mezzi propri

RIENTRO: previsto ore 18.00 circa

PERCORSO: pianeggiante, quasi interamente su pista ciclabile con fondo sterrato agevole

LUNGHEZZA: circa Km. 25

PRANZO: al sacco o presso i punti ristoro

ISCRIZIONI:

- in sede FIAB Mestre entro venerdì 24 maggio per chi intende usufruire del trasporto in treno

- alla partenza da Quarto d’Altino entro le ore 9.45 per chi usufruisce di mezzi propri

CONTRIBUTO:

- non soci FIAB € 4,00

- soci FIAB € 2,00

- gratuito fino a 8 anni

- treno + trasporto bici a persona € 6,00




Giugno
sabato 01.06 - domenica 02.06.13 - Dal Brenta all’Adige
Referenti: Renzo D.V. e Claudio C.

Dal Brenta all’Adige

Lungo la ciclopista del Brenta sulle tracce di chi, percorrendo l’antica strada consolare romana Claudia Augusta, raggiungeva il nord Europa. Una due giorni tra natura e storia su uno degli itinerari ciclabili più famosi.



sabato 01.06 - domenica 02.06.13 - Da Adria alle valli di Rosolina lungo il Po di Venezia e Porto (...)
FIAB Spinea. Bicitalia Day La ciclovia del Po. Aperte le iscrizioni dal 13 al 28 maggio

sabato 1/06/2013 tot km 68 pianeggianti (pranzo al sacco)
In treno con bagaglio a carico si giunge ad Adria (dove recuperiamo le bici portate in furgone), cittadina etrusca che ha dato il nome al mare Adriatico, che sorge nel mezzo della pianura, delimitata a nord dall’Adige e a sud dal Po. Si attraversa la città, osservando i suoi monumenti principali. Scarico del bagaglio in Ostello, palazzo neoclassico dell’800, adiacente al Museo della bonifica “Septem Maria Museum”. Il museo dei “sette mari”, denominato così da Plinio il vecchio, ripercorre la storia dell’acqua e delle sue civiltà.
Si prosegue lungo l’argine del Po di Venezia, percorso ad anello, in armonia tra civiltà e natura, per attraversare Taglio del Po, Cà Vendramin (giro in battello di oltre 1 ora) dove consumeremo il pranzo al sacco. Si prosegue lungo il Po di Goro, passando da S. Basilio, con la più vecchia Quercia di Italia, fino ad Ariano Polesine, Corbola. Rientro all’ostello dell’ Amolara, con visita libera al museo annesso. Cena tipica polesana e pernottamento.
Domenica 2/06/2013 tot. 55 km pianeggianti colazione e Partenza alle 8.30 con bagagli a carico Percorso nella campagna del Polesine, Cavanella Po, Loreo, per 33 km fino all’Isola di Albarella. Giro in battello (circa 1 ora) delle valle Vallesina e della laguna Caleri, mosaico di terra e acqua; attracco al Parco del Delta del Po, oggi Patrimonio Mondiale dell’Umanità, per la Visita guidata del meraviglioso giardino botanico. Pausa pranzo con cestino viaggio in spiaggia. Nel giardino ci sgranchiamo le gambe passeggiando nella varietà degli alberi tra le dune, le piccole piante spinose fino alla spiaggia. Possibilità di acquisto dello squisito miele del Parco del Delta del Po. Si rimonta in sella attorno alle h.14-14,30, lungo le dune fossili di Rosolina, per vivere nell’incanto della natura per gli ultimi Km. Arrivo a Rosolina per le 16.00. Carico delle bici in furgone e rientro in treno alle 16.39.

Percorso: facile, totalmente pianeggiante, asfaltato con tratti sterrati ben battuti. Dislivello nullo. Difficoltà: medio-facile. Consigliato a tutti, a giovani e a famiglie. Totale km 123 Bicicletta: citybike, mountainbike. Contributo per i soci: 110 € SOCI FIAB saldo entro l’28/05/2012. Acconto di 50 € per prenotazione. Posti limitati, massimo 20 (10 Spinea e 10 Mestre) Il contributo comprende: trasporto in treno, furgone per trasporto bici per 2 gg. No trasporto bagagli. Sistemazione in ostello in camere doppie, triple/quadruple con servizi privati. Cena del sabato. Cestino viaggio della domenica. Biglietto battello con bici per due escursioni. Biglietto e visita guidata al Giardino Botanico Parco di Porto Caleri. Assicurazione R/C. I pasti vegetariani da segnalare all’iscrizione. Supplemento singole (se disponibili) Maggiorazione di 10 euro. Il contributo non comprende: tutto quanto non chiaramente specificato. Occorrente: 2 camere d’aria di scorta, giubbino catarifrangente, lucchetto per chiudere bici, costume da bagno, protezione per il sole. Iscrizioni: in sede FIAB Mestre e/o on line, è possibile il pagamento (no assegni) in bonifico bancario da inviare copia via fax 041-921515 o per email a gp16@tiscali.it, soci FIAB sez. Spinea contatto diretto con Riccardo email: righettixxx@tin.it, 338 7145056



sabato 08.06.13 - BRDA, il collio sloveno
Referenti: Stefano C. e Gianni B.

La nostra gita inizierà ai piedi del castello di Dubrovo, pedaleremo in piano in una valle fino a raggiungere il torrente Kozbanjscek dove ammireremo il ponte di pietra naturale.

Dopo inizia il primo strappo (1KM) che ci porterà a Kozbana e alla frazione di Vrhovlje e visiteremo la chiesetta di SV. Andrej con affreschi tra i più belli e conservati della Slovenia. Una discesa di 5km ci porterà a Golo Brodo sulle rive del torrente Ludrio che segna il confine di Stato e noi lo attraverseremo raggiungendo Mernicco dove ci attende il 2° strappo (700 mt.) per arrivare a Restoncina attraversando boschi e vigneti fino a Scriò dove pranzeremo presso l’agriturismo “IL GRANATIERE” a menù concordato, [occiò!!! assaggeremo i vini del collio] oppure il pranzo al sacco portato da casa.

Dopo mangiato, ancora sulla dorsale collinare tra paesaggi stupendi fino a scendere al valico di Vencò, con uno sterrato in salita (300 mt) immerso nei vigneti fino ad arrivare a Fojana dove ammireremo il panorama a 360°. Poi di nuovo in sella per iniziare l’ultima salita dolce, verso Visnjevik, Breg, fino ad intersecare la strada per Korada, tutta in discesa fino a Goniace dove sorge la torre panoramica e S.Martino dove ci fermeremo per acquistare le ultime ciliegie. Poi altri in discesa per ritornare al punto di partenza, passando per il castello di Dobrovo dove termina la nostra gita.

Ritrovo: Piazzale del cimitero di Mestre ore 7.00, paretenza con Bus pre 07.30

Rientro: tardo pomeriggio

Percorso: asfaltato al 90% con tratti di sterrato

Lunghezza: km 48 circa

Dislivello: 780 m.

Difficoltà: MEDIO – Gd = 85

Bicicletta: citybike – mtb con tripla corona + con camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco o Agriturismo con prenotazione obbligatoria al prezzo di € 9,00 (assaggio risotto+affettati)

Contributo :

- soci FIAB € 20,00

- non soci € 22,00

al raggiungimento di 35 partecipanti

Iscrizioni in sede entro il 6 giugno

- martedì dalle 15 alle 18

- giovedì dalle 18 alle 20

- venerdì dalle 15 alle 18



domenica 09.06.13 - La 100 Km. della felicità
Referenti: Loris B.

La 100 Km. della felicità

Lo scenario delle nostre campagne, percorse per vie traverse e secondarie, è ideale per una lunga pedalata in gruppo lontani dal traffico eccessivo e dall’inquinamento urbano. Si parte da Mestre e toccando il territorio trevigiano attraverso percorrenze, paesetti e borghi sconosciuti a molti, si rientra alla base.



domenica 09.06.13 - LA 100 KM della FELICITÀ
Referenti: Loris B. & Alberto N.

LA 100 Km della Felicità 2013 è il primo appuntamento annuale che si intende realizzare in primavera avanzata per far conoscere e far apprezzare ai ciclisti urbani tutto il territorio che ci sta attorno.

Con questa uscita ciclistica si intende compiere una ampia galoppata attraverso il territorio agricolo compreso tra Mestre, Treviso e Castelfranco. Sempre rigorosamente su strade secondarie e percorrenze periferiche vogliamo poter apprezzare al meglio i pregi del territorio vicino scoprendo percorsi poco conosciuti e tortuose vecchie stradine. Tra prati verdi, e qualche strada protetta da ombrosi filari di alberi, cerchiamo di immaginarci la nostra campagna com’era ancora prima dell’era industriale, della diffusione generale di capannoni e dei centri commerciali. La discreta lunghezza impone ai partecipanti un minimo di preparazione e capacità di stare in sella per alcune ore di seguito.

Ritrovo: ore 8.30 in Sede FIAB Mestre, partenza ore 8.45

Rientro: nel pomeriggio

Percorso: pianeggiante ed asfaltato tranne due chilometri di sterrato leggermente impegnativo

Lunghezza: Km. 102

Grado di difficoltà: 105 medio/difficile

Bicicletta: di qualsiasi tipo in buono stato di funzionamento, con camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco

Contributo:

Soci FIAB € 2,00

Non Soci € 4,00

Iscrizioni: esclusivamente in sede

- martedì dalle 15 alle 18

- giovedì dalle 18 alle 20

- venerdì dalle 15 alle 18



domenica 16.06.13 - Ecosagra di San Trovaso
Referenti: Germana P. Alberto C.

Ecosagra di San Trovaso

Lungo ciclabili e stradine alberate per raggiungere la più ecologica sagra e provare golose pietanze, il tutto servito in materiale totalmente compostabile.

Ritrovo: 9.00 in sede FIAB Mestre in Via Col di Lana, 9. Partenza 9.15 Rientro: nel pomeriggio Percorso: asfaltato con brevi tratti di sterrati ben battuti. Lunghezza: km 61 Dislivello: nullo Difficoltà: medio Pranzo: al sacco o presso la sagra Contributo soci: 2 €, Non soci: 4 € Iscrizioni: in sede (o anche alla mattina stessa della gita)

ü martedì dalle 15 alle 18 ü giovedì dalle 18 alle 20 ü venerdì dalle 15 alle 18

Si parte da Mestre e lungo ciclabili e strade non trafficate si attraversa Zelarino, Peseggia e Zerobranco. Breve sosta al parco di Villa Guidini, del fine ‘600, ora centro culturale del Comune Zerobranco.

Si continua il percorso in viali alberati e riviere fino al fiume Sile per arrivare a Santa Cristina, per scorgere solo di sfuggita la bella oasi di Cervara.

In modo rilassato si prosegue per Quinto di Treviso lungo alzaie in itinerari alberati e ricchi di storia fino ad arrivare a San Trovaso e alla eco sagra, durante la quale si useranno piatti, bicchieri e posate in mater-bi, materiale totalmente compostabile.

Pausa pranzo presso la sagra ecologica di San Trovaso, chi vuole può approfittare dell’ottima organizzazione locale e delle gustose pietanze preparate in loco, o può consumare il pranzo al sacco e poi prendere un caffè e/o dolci del posto. La sfida è di non produrre nemmeno un chilo di rifiuto secco non riciclabile.

Verso le 15.00 rientro per Sambughé, Campocroce, Peseggia Zelarino Mestre.



mercoledì 19.06 - domenica 23.06.13 - Cicloraduno FIAB-Onlus FIAB
Referenti: Antonio D.V. e FIAB Nazionale

25° Cicloraduno FIAB-Onlus FIAB

Nelle terre colpite dal terremoto dello scorso anno, una "cinque giorni" itinerante che toccherà le città di Cremona, Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena. Non mancheranno eventi culturali, artistici ed enogastronomici.



domenica 30.06.13 - Il Parco della Storga: il bosco sotto casa
Referenti: Giampaolo Q. e Eliane B.

Il Parco della Storga: il bosco sotto casa

Una sgambata nella Marca d’estate e lungo il sentiero naturalistico del fiume Storga.



domenica 30.06.13 - IL PARCO DELLO STORGA: il bosco sotto casa
Referenti: GIAMPAOLO Q. – ELIANE B.

Un grande bosco alle porte di Treviso, istituito a Parco negli anni 90, con una rigogliosa vegetazione, abitato da molti animali, come anatre e uccelli. Su percorsi attrezzati si va in bici o a piedi, con ai lati lo scorrere di piccoli corsi d’acque da risorgive. Nel parco si trova anche un museo etnografico dedicato alla cultura contadina e alle tradizioni popolari: le Case Piavone. Il nostro itinerario: passiamo per Santa Lucia-Tarù, Sanbughè e Treviso,in città costeggiando il bel fiume Sile, la sosta in centro con l’imponente palazzo dei Trecento. Usciti dalla città murata per porta San Tommaso a 2 Km. entriamo nel Parco, dal palazzo della provincia. Visita e sosta pranzo. Il ritorno sarà costeggiando le mura di Treviso, poi per Dosson e Zerman.

Ritrovo: in Sede ore 8.45 si parte alle 9.00

Rientro: ore 18.00

Percorso: su strade secondarie, con tratti sterrati

Lunghezza: km. 70

Difficoltà: medio-facile

Bicicletta: mtbk o city bike con camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco

Contributo soci: € 2,00 euro

non soci: € 4,00 euro

aperta a tutti

Iscrizioni: in sede

- martedì dalle 15 alle 18

- giovedì dalle 18 alle 20

- venerdì dalle 15 alle 18




Luglio
sabato 06.07 - domenica 07.07.13 - Dalla Valsugana a Malga Leone
Referenti: Massimo S. e Massimo B.

Dalla Valsugana a Malga Leone

Dalla Valsugana a Castel Tesino, due giorni nel Trentino pedalando tra paesaggi incontaminati in un’atmosfera di storia e natura, verso la malga Leone e le Scale di Primolano.



domenica 14.07.13 - In bicicletta verso la preistoria: il parco del Livelet
Referenti: Eliane B. Clara M. e Luisa S. con FIAB Mirano e FIAB Treviso

In bicicletta verso la preistoria: il parco del Livelet

Lungo un percorso naturalistico-turistico che costeggia i laghi di Revine, Santa Maria e San Giorgio in Lago si raggiunge il Parco Archeologico Didattico del Livelet per un viaggio nella preistoria.



domenica 14.07.13 - IN BICICLETTA VERSO LA PREISTORIA:
Eliane- Luisa-Clara

Programma di massima:

Dopo aver raggiunto in bus la località di Conegliano inizieremo la nostra pedalata e attraverso strade secondarie nella Marca Trevigiana raggiungeremo in località Revine, a ridosso delle Prealpi Trevigiane, il Parco archeologico didattico del Livelet dove sono state ricreate tre capanne, tre diversi tipi di abitazione palafitticola paleolitica realizzate in scala reale e poste in prossimità dell’acqua, che rappresentano diverse tipologie di insediamento abitativo: una realizzata su impalcato lignea sostenuta da pali sull’acqua, una su terraferma e una su bonifica, meta’ terra e meta’ acqua e dove potremo vedere come vivevano i nostri antenati. Nel pomeriggio, dopo aver consumato il nostro pranzo al sacco, raggiungeremo la località MURA del Comune di Cison di Valmarino, un caratteristico borgo rurale costituito da una rete di vicoli che collega fra loro antiche abitazioni e piccoli cortili. Qui, sulle rive del fiume Soligo, potremo ammirare il bellissimo Capitello affrescato di San Liberale caratterizzato da un piccolo porticato che serviva da riparo ai viandanti, oltre che a proteggere il pregevole ciclo di affreschi che lo decora. Un’altra sosta verrà effettuata in località FOLLINA per la visita dell’Abbazia, risalente al XII secolo, uno dei più rilevanti esempi di architettura tardo-romanica tendente al gotico. Proseguiremo quindi sempre su strade secondarie fino a BIGOLINO dove ci attenderà il bus per il rientro a Mestre.

Ritrovo: ore 7.30 in Via Torino di fronte al Mercato Ortofrutticolo con autobus+ carrello bici e partenza ore 8.00

Rientro: in serata verso le ore 20.00

Percorso: asfalto e sterrato

Lunghezza: kms. 50 ca.

Difficoltà: Gd= 60 medio/facile - medio

Bicicletta: mtbk o city bike con camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco nell’area pic-nic

Visita guidata : al Parco Archeologico Didattico del Livelet

Contributo per i soci: €.18,oo

Iscrizioni: in sede
— martedì dalle 15 alle 18

— giovedì dalle 18 alle 20

— venerdì dalle 15 alle 18



giovedì 18.07 - domenica 28.07.13 - Ciclovacanza estiva: la valle della Loira
Referenti: Luciano R.

Ciclovacanza estiva: la valle della Loira

Dalle coste della penisola di Guèrande bagnata dalle acque dell’oceano Atlantico risaliremo il corso della Loira sino ad Orleans senza lasciarsi sfuggire il meglio della regione ammirando i meravigliosi castelli, le abbazie e i famosi giardini, attraversando città storiche e d’arte, passando per borghi medievali o pedalando lungo il fiume. La Loira non è solo un fiume, ma è un mito. Il suo carattere è ostinato, selvaggio, capriccioso e mite al tempo stesso. Con una lunghezza totale di 1022 km, la Loira è il fiume più lungo in Francia. nel 2000 è stato classificato dall’UNESCO come " Patrimonio Mondiale dell’Umanità. La Loira è spesso chiamata "il reale», perché molti castelli reali sono stati costruiti sulle sue sponde: Chambord, Azayle- Rideau, Chenonceau ecc….. Il fiume e un paesaggio magnifico saranno fedeli compagni di viaggio. L’aspetto della Loira cambia continuamente, infatti le rive non sono mai state arginate così il fiume è libero di creare il suo corso nel paesaggio: tocca leggermente banchi di sabbia ed isole, attraversa tranquillamente giardini incantevoli e boschi fitti, scorre intorno a paesi circondandoli con anse. Si avrà la possibilità di conoscere questo grande corso d’acqua in tutti i suoi molteplici aspetti e di ammirare paesaggi magnifici.




Agosto
venerdì 02.08.13 - “ Riflessi di bici sulla laguna di Fusina
Referenti: Giampaolo Quaresimin e Eliane Busato


sabato 24.08 - domenica 25.08.13 - Dal PASSO del BRENNERO a MERANO
Referenti: Viviana T. & Mauro G.

Della Ciclopista che lungo la Valle Isarco collega Verona a Monaco, il sabato noi percorreremo il tratto che dal Passo del Brennero (1370m.) porta a Chiusa (523m.) in mezzo a dolci colline, piccoli tunnel e freschi boschi passando per il Lago di Varna e il sentiero delle castagne che ci porterà alla storica Abbazia di Novacella. Attraverseremo piacevoli “centri altoatesini” come Vipiteno, Fortezza, Bressanone e Chiusa dove pernotteremo. La domenica proseguiremo sulla Ciclopista del Sole (ciclabile n.1 di Bicitalia che collega l’Italia con la rete ciclabile Europea) per raggiungere Bolzano (254m.) dopo aver superato Ponte Gardena e Colma con una piccola salita ricompensata dalla vista su Castel Trostburg e da un paesaggio quanto mai gradevole. Da Bolzano pedaleremo sulla Ciclabile dell’Adige (parte dell’antica Via Claudia Augusta) fino a Merano (325m.) su un falso piano che costeggia il fiume e ci attornia di alberi di mele.

Curiosità: la “Via Claudia Augusta” era la strada imperiale che partiva dall’antico porto di Altino, che tra il I sec. a.C. ed il I sec. d.C. era una delle città più prospere e ricche dell’alto Adriatico, in quanto punto centrale delle rotte di navigazione tra l’Istria, Aquileia e Ravenna. La strada attraversava quindi il territorio della X Regio, costeggiando il corso del Piave, percorreva la Valsugana, oltrepassava Trento, seguendo la valle dell’Adige, poi Bolzano e Merano, varcando infine le Alpi al Passo Resia.

Ritrovo: sabato 24 alle ore 6.30 al mercato ortofrutticolo in via Torino, Mestre

Partenza: 7.00 in pullman con carrello-bici

Rientro: da Merano nel tardo pomeriggio di domenica

Percorso: prevalentemente in discesa su pista ciclabile e pochissimo sterrato

Lunghezza: 70 km + 50 km

Difficoltà: Gd 91 : MEDIO

Bicicletta: city-bike o mountain-bike con camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco

Contributo per i soci FIAB: € 110,00

Iscrizioni: esclusivamente in sede

ACCONTO di €30,00 entro il 28 giugno

SALDO entro il 9 agosto

- martedì dalle 15 alle 18

- giovedì dalle 18 alle 20

- venerdì dalle 15 alle 18



sabato 24.08.13 - Dal Brennero a Merano su percorsi ciclabili lungo l’Isarco e l’Adige
Referenti: Viviana T. e Mauro G. con FIAB Mirano e FIAB Treviso

Dal Brennero a Merano

su percorsi ciclabili lungo l’Isarco e l’Adige Scendendo lungo la Ciclopista del Sole in mezzo a paesini incantevoli e freschi boschi si lascia la Valle Isarco per la ciclabile dell’Adige tra frutteti e vigne per godere un panorama di altri tempi.




Settembre
domenica 01.09.13 - Pedalando lungo il percorso della Buja leggendaria
Referenti: Eliane B. Clara M. e Luisa S. con FIAB Mirano e FIAB Treviso

Pedalando lungo il percorso

della Buja leggendaria Una pedalata d’altri tempi su strade sterrate con partenza e arrivo a Buja, toccando le risorgive di Osoppo, lungo la sponda del torrente Torre da Reana del Rojale e l’ippovia del Cormor.



domenica 08.09.13 - LA VERSAILES DELLA PIANURA PADANA
Referenti: Paolo e Biagio

Dal treno scenderemo su strade secondarie e di campagna su un percorso tutto in piano per giungere al complesso Malvezzi-Campeggi, definito la “Versailles bolognese”.

Programma di massima:

Si esce dalla Stazione in direzione nord. Dopo breve tratto di strada urbana si imbocca la pista ciclabile creata sul vecchio sedime di un raccordo ferroviario dismesso (ex tramvia Bologna-Altedo-Malalbergo). Percorrendo strade secondarie giungeremo a Quarto Inferiore, si prosegue direzione Castenaso e dopo circa 25 km giungeremo a Bagnarola di Budrio.

Il complesso Malvezzi-Campeggi, definito la “Versailles bolognese”, è costituito dalle Ville dell’Aurelio e del Floriano e presenta una pianta a ferro di cavallo con ampio e lungo porticato. Nel 1814 su progetto di A.Venturoli venne costruita l’imponente facciata neoclassica del lato sud e definito l’ampio spazio verde antistante. Nei pressi si trova Palazzo Odorici, chiamato palazzo di Sopra, a cui corrisponde, a nord, il palazzo di Sotto. Trattasi, quest’ultima, della cinquecentesca Villa dei Conti Ranuzzi-Cospi con splendido loggiato a tre archi. Ai lati due eleganti e identici prospetti di chiese. In realtà una è una vera cappella dedicata all’Assunta mentre la seconda nasconde una grande “neviera” utilizzata come conserva sotterranea.

Si attraversa il Canale Emiliano Romagnolo e si giunge a S.Martino in Soverzano. Una rigogliosa vegetazione racchiude l’affascinante Castello, a pianta rettangolare cinto da ampio fossato. Attigue anche la casa del fattore, la torre colombaia e l’antica chiesa di S.Martino. Si prosegue, in direzione di Minerbio. Il paese conserva la Rocca dei Conti Cavazza Isolani. Attiguo il Palazzo Nuovo e la Colombaia, alta ben 26 mt e attribuita al Vignola.

L’itinerario prosegue in direzione di S.Marino di Bentivoglio. Si può visitare la splendida Villa Smeraldi nel cui complesso è allestito il Museo della Civiltà Contadina. L’itinerario prosegue fino ad arrivare alla S.S. Ferrarese. Riprenderemo la pista ciclabile percorsa all’andata che ci condurrà in prossimità della Stazione Ferroviaria.

Ritrovo: Stazione Ferroviara di Mestre-lato ovest ore 7,30

Partenza: con Treno RV 2229 ore 07.55 e arrivo a Bologna alle 09.40

Alternativa con treno RV 2953 ore 08.12 e arrivo a Bologna alle 09.55

Rientro nel tardo pomeriggio:

Partenza da Bologna con RV 2240 ore 17.20 e arrivo a Mestre alle 19.05

Alternativa con RV 2242 ORE 18.20 e arrivo a Mestre alle 20.03

Percorso: 98% asfaltato, con brevi tratti di sterrato

Lunghezza: km 65 circa

Dislivello: inesistente

Difficoltà: MEDIO *** – Gd = 67 (calcolato anche valutando il possibile caldo della giornata)

Bicicletta: citybike – mtb con tripla corona + con camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco presso il Parco Pubblico del paese di Minerbio

Contributo Soci FIAB: € 17,00

Iscrizioni in sede:

- martedì dalle 15 alle 18

- giovedì dalle 18 alle 20

- venerdì dalle 15 alle 18



domenica 08.09.13 - La Versailles della Pianura Padana
Referenti: Biagio D’U. e Paolo P.

La Versailles della Pianura Padana

Visiteremo il Castello di S.Martino e la Piccola Versailles della pianura padana, residenza estiva di alcune facoltose famiglie aristrocratiche Bolognesi, sita nel comune Bagnarola di Budrio.



venerdì 13.09 - domenica 15.09.13 - Lungo la Mur, alla scoperta di Graz e delle tradizioni stiriane
Referenti: Roberto, Bianca, Eliane

Inizieremo il viaggio in bicicletta dalla città di Bruck an der Mur dove il fiume - prevalentemente calmo, si manifesta anche impetuoso, in prossimità dei centri abitati -, si dirige verso Graz, transitando per la graziosa cittadina di Frohnleiten. Costeggiando il fiume arriveremo così fino a Graz, la seconda città più grande dell’Austria. La città è dominata dall’antico Schlossberg (Castello nel monte) dove ha vissuto la corte degli Asburgo e dove si erge la torre dell’orologio, costruita nel 1560 e considerata l’antico simbolo della città. Da notare che le lancette dell’orologio sono invertite (è la grande che indica le ore).

Graz nel 2003 è stata insignita con il titolo di Capitale della cultura europea per la sua sostanza storica ben conservata. Graz, capitale della Stiria, presenta un mix architettonico molto singolare costituito dal romanico, gotico, rinascimento, barocco e da un’edilizia moderna premiata come la Kunsthaus (casa dell’arte) e la Murinsel (isola sulla Mur). Visiteremo il bellissimo parco ed alcune sale del Castello di Eggenberg, il più significativo della Stiria in stile barocco. Anche il centro di Graz entusiasmerà per i bei palazzi, monumenti, chiese, piazze, il grande parco della città e cortili da curiosare e scoprire.

Il secondo giorno oltre che ammirare in bicicletta il centro di Graz e dintorni, visiteremo anche una particolare e famosa fabbrica del cioccolato di “Zotter” nei pressi di Riegersburg. Di sera si comincerà ad assaporare la festa stiriana che inizia a diffondersi nelle piazze della città con band e concerti musicali.

L’ultimo giorno entreremo nel cuore della FESTA STIRIANA, assistendo al variopinto Folk di costumi e gruppi musicali di eccezione della regione, assaporando le bontà dei prodotti tipici locali, come i fagioli Kafer, l’olio di semi di zucca, ottima birra ecc.. Nel pomeriggio in bicicletta ci dirigiamo, costeggiando la Mur, a Leibnitz, tranquilla città della Stiria e termine del viaggio. Rientreremo quindi a Mestre, in serata.

Ritrovo: ore 6.30 – venerdì 13 settembre Parcheggio cimitero di Mestre. Partenza: ore 7.30 per Bruck an der Mur.

Rientro: da Leibnitz domenica 15 con arrivo a Mestre in serata.

Percorso: prevalentemente pianeggiante con alcune brevi salitine non difficoltose, specie al primo giorno. Lunghezza tot. percorso: km 130 circa.

Difficoltà: */** facile – medio facile. Strada: prevalentemente asfaltata con alcuni tratti sterrati.

Bicicletta: mountain-bike o city-bike con camera d’aria di scorta.

Pranzi: al sacco 1° e 3° giorno; in agriturismo a Riegersburg il 2° giorno.

Contributo soci FIAB: € 220,00

Documento d’identità: passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio.

Iscrizioni: in sede

- martedì dalle 15 alle 18

- giovedì dalle 18 alle 20

- venerdì dalle 15 alle 18



venerdì 13.09.13 - Lungo la Mur, alla scoperta di Graz e delle tradizioni stiriane
Referenti: Roberto C. Bianca C. e Eliane B. con FIAB Mirano

Lungo la Mur, alla scoperta di Graz

e delle tradizioni stiriane Itinerario dolce e rilassante alternando tratti ciclabili lungo il fiume Mur e campagne della Stiria per concludere il viaggio a Leibnitz. Potremo così ammirare la bella città di Graz e dintorni, e assistere, infine, alla coinvolgente festa in stile stiriano (Aufsteiren) con spettacoli di Band musicali alternate ad esposizioni dell’artigianato locale e degustazione di piatti tipici.



domenica 15.09.13 - Bicinfamiglia: la Pedalonga dei Forti
Referenti Staff FIAB Mestre

Bicinfamiglia: la Pedalonga dei Forti

Itinerario che percorre il Campo Trincerato di Mestre, edificato tra i primi dell’800 e gli anni ’30 del secolo scorso, unico nel suo genere, che circonda la città a comporre un anello che si congiunge idealmente con le strutture difensive della Laguna di Venezia.



domenica 15.09.13 - LA PEDALONGA DEI FORTI E DEI BOSCHI
Gianfranco A.

Anche quest’anno la “Settimana Europea della Mobilità Sostenibile” si apre con la classica escursione tra i Forti del Campo Trincerato e i Boschi di Mestre. Con un percorso lungo le ciclabili cittadine raggiungiamo Forte Carpenedo costruito assieme ai gemelli Tron e Gazzera nella seconda metà del IX secolo. Di pregio le aree verdi circostanti che in primavera ospitano una bella fioritura di orchidee selvatiche. Dopo aver costeggiato il Bosco di Carpenedo e proseguendo verso Zelarino si raggiunge Forte Mezzacapo con le sue caratteristiche scritte Nazi-Fasciste recentemente restaurate. Dopo la visita e la sosta pranzo si prosegue per strade secondarie che attraversano lembi ancora intatti di campagna per raggiungere il Bosco Ottolenghi e Forte Cosenz. Si prosegue attraversando il Bosco Zaher per concludere la giornata in Parco Albanese.

Ritrovo: in p.tta Pellicani (Torre di Mestre) ore 9.30, partenza ore 10.00

Rientro: nel tardo pomeriggio

Percorso: pianeggiante su asfalto e sterrato agevole

Lunghezza: Km. 30 circa

Grado di difficoltà: GD = 33 medio/facile

Bicicletta: di qualsiasi tipo in buono stato di funzionamento, con camera d’aria di scorta.

Pranzo: al sacco

Contributo:

- Soci FIAB € 4,00

- Non Soci € 6,00

- Gratuito fino a 8 anni

Iscrizioni: alla partenza dalle ore 9.15

APERTA A TUTTI



lunedì 16.09 - domenica 22.09.13 - Settimana Europe della Mobilità

Settimana Europe della Mobilità

"chi usa la bici merita un premio"

Iniziative a favore della mobilità sostenibile in collaborazione con le amministrazioni locali.



domenica 29.09.13 - Peschiera Mantova: la classica
Referenti: Antonio D.V. e FIAB MIrano

Peschiera Mantova: la classica

Dal Garda, seguendo il corso del Mincio attraverso le colline moreniche e la pianura alluvionale, si raggiungerà la città dei Gonzaga con i suoi antichi splendori.



domenica 29.09.13 - La Ciclopista del Mincio da Peschiera a Mantova, la Corte dei (...)
Referenti: Antonio D.V. e Viviana T.

ANNULLATA CAUSA MALTEMPO

Classica pedalata dal lago di Garda a Mantova su una delle ciclabili più conosciute e apprezzate del nostro territorio, recentemente inserita anche nella R.E.V. (Rete Escursionistica del Veneto).

APERTA A TUTTI

Programma di massima:

Itinerario alla portata di tutti in parte su ex ferrovia, in parte lungo l’asta fluviale del Mincio sul territorio di confine tra Veneto e Lombardia. Suggestivo lo scorcio sulle colline moreniche a sud ovest del lago di Grada così come risultano apprezzabili alcuni borghi di carattere medievale presenti lungo il percorso. Sosta pranzo (al sacco) a metà percorso e arrivo a Mantova nel primo pomeriggio per aver tempo di visitare (esternamente) i luoghi più rappresentativi della città dei Gonzaga. Mantova ha da secoli il suo centro gravitazionale nella splendida e vasta Piazza Sordello: un grande e affascinante vuoto monumentale (150x60 m) che ha rappresentato una scenografia ai più importanti avvenimenti storici e urbanistici che hanno dato forma e carattere all’organismo urbano. Sulla Piazza si affacciano infatti la reggia gonzaghesca, il palazzo vescovile, il Duomo di S. Pietro e, leggermente defilato, il Castello di San Giorgio. Non meno interessanti Piazza delle Erbe, la casa del Mantegna, l’ex ghetto ebraico eil Palazzo Te. Dopo la visita libera della città rientro a casa prima del calar delle tenebre.

Ritrovo: ore 7.30 a Mestre al Mercato Ortofrutticolo per carico su pullman

Partenza: ore 8.00

Rientro: ore 19.45 circa a Mestre

Percorso: pianeggiante, asfaltato con brevissimi tratti sterrati ben battuti. Dislivello nullo.

Lunghezza: 50 km circa

Difficoltà: Facile. Consigliato a tutti, a giovani e a famiglie.

Bicicletta: qualsiasi tipo e in buone condizioni

Occorrente: 2 camere d’aria di scorta, giubbino catarifrangente, lucchetto per chiudere bici.

Pranzo: al sacco

Contributo: € 20,00

iscrizioni fino ad esaurimento posti.

Iscrizioni: esclusivamente in sede

- martedì dalle 15 alle 18

- giovedì dalle 18 alle 20

- venerdì dalle 15 alle 18




Ottobre
sabato 05.10 - domenica 06.10.13 - Lungo l’itinerario n° 1 di
Referenti: Coordinamento FIAB Regionale

Lungo l’itinerario n° 1 di "Veneto in bicicletta"

Il nostro via sarà da Bardolino, borgo adagiato sulla riviera del lago di Garda; attraverseremo luoghi che furono teatro della prima Guerra d’Indipendenza e percorrendo la valle dell’Adige raggiungeremo la città di Giulietta e Romeo. Proseguendo lungo l’itinerario attraverseremo la città murata di Soave e, prima di entrare a Vicenza, il paesaggio si arrichisce di ville venete preludio dei capolavori palladiani custoditi nel capoluogo berico.



domenica 13.10.13 - La Scorze’ romana
Referente: Giampaolo Q.

Uscendo da Mestre ci avvieremo, con i primi colori dell’autunno, verso Maerne e Salzano, qui percorreremo un sentiero naturalistico chiamato Dosa voluto da un ex Assessore all’Ambiente e nostro socio. Costeggeremo poi il fiume Muson su sterrato sino a Stigliano. Per strada le indicazioni sul Graticolato romano. Il castello di Stigliano ricorda suggestioni e armigeri di quasi 1000 anni fa. Così per il vicino castello medioevale di Noale. A Noale e Moniego arriveremo per ciclabili e strade a basso traffico; poi ancora stradine sino a Scorzè. Alle 11:30 abbiamo l’appuntamento a Cappella con l’avvocato Nicola Bergamo studioso anche della romanità, che ci terrà una lezione, in bici, sulle centuriazioni nel territorio. Raccontandoci della peculiarità delle centuriazioni, e della loro conservazione. Salutato a Scorzè il nostro esperto, c’è la sosta pranzo, per chi vuole lo può consumare a Villa Lina al Centro Anziani. Ripreso il nostro cavallo d’acciaio, torniamo per Martellago e al “Ponticello  Scabeo” tra Olmo e Trivignano, festeggiamo questo passaggio a 10 anni dall’inaugurazione; lo festeggeremo con un fresco gelato offerto, a chi c’è.

Ritrovo: ore 08.45 in sede (via Col di Lana)

Partenza ore 9.00

Rientro: 17.30 circa

Percorso: su strade secondarie , con tratti di sterrato

Lunghezza: 50 KM

Difficoltà: facile

Bicicletta: mtb o city bike con camera d’aria di scorta.

Pranzo: al sacco, oppure un pranzetto al centro anziani di Scorzè al prezzo di 6,00 Euro previa prenotazione.

Contributo soci: 2,00 Euro

Contributo non soci: 3,00 Euro

Iscrizioni: in sede

 martedì dalle 15 alle 18

 giovedì dalle 18 alle 20

 venerdì dalle 15 alle 18



domenica 13.10.13 - La Scorzè romana
Referenti: Giampaolo Q. e Carlo Z.

La Scorzè romana

Sulle tracce del passaggio delle legioni per le Colonie e dei veterani fermatisi sul Graticolato.



sabato 19.10.13 - L’Ostiglia si concretizza
Referenti: Coordinamento FIAB Regionale

L’Ostiglia si concretizza

Dopo l’inaugurazione in ottobre 2012 del primo tratto in provincia di Padova da Piombino Dese a San Giorgio delle Pertiche, quest’anno sarà la volta del tratto, sempre in territorio padovano, che va da Campo San Martino, passando per Curtarolo, Piazzola sul Brenta, Villafranca, Campodoro. La speranza è che le province di Vicenza e di Verona seguano l’esempio di quelle di Treviso e Padova.



domenica 20.10.13 - Verso EL MACCHINON, l’idrovora di Lova
Referenti: Viviana T. e Biagio D.

Dalla nostra sede pedaleremo fino a Mira per imboccare l’Argine Destro Novissimo che ci porterà nella campagna meridionale del territorio veneziano. I Veneti che abitarono queste terre, con arginature di fiumi e canalizzazioni, iniziarono l’opera di assestamento idrico e diedero vita ad alcuni villaggi legati a Padova. Questi villaggi di contadini e pescatori si svilupparono in epoca romana e particolarmente durante l’Impero, come testimoniano numerosi ritrovamenti in varie località dovuti alle ricerche archeologiche fatte alla fine del secolo scorso. Anche la toponomastica rivela un’origine romana: LUGO (Lucus), LOVA (Lupa), Campagna. Questo territorio era traversato dalla via POPPILIA ed era sede, come la Saccisica, di cui faceva parte, di una colonia romana. Sul decumano dell’argo centuriato sorgeva Lova, che divenne sede di una Pieve antichissima, quasi certamente anteriore all’invasione del Longobardi (568). Il territorio si trova sotto il livello del mare ed é molto importante il controllo delle acque. I canali e fossi sono principalmente di due tipi: a scolo naturale che fanno riferimento alle botti a sifone di Lugo, a scolo meccanico che scaricano mediante l’idrovora di Lova. L’idrovora é una pompa che con rapidità porta via l’acqua in eccesso sollevandola e “buttandola” con un salto in laguna; in questo modo impedisce che i campi si allaghino. Denominata El Macchinon l’idrovora di Lova è ancor oggi perfettamente funzionante e gestita dal Consorzio acque Risorgive. Con una guida visiteremo l’impianto che risale agli anni 1890-1892 ed era dotato di due idrovore a turbina azionate da due motrici a vapore, alimentate da tre caldaie Cornovaglia. Oggi, grazie all’installazione di una moderna pompa sommergibile di portata pari a 12.100 l/sec, è sufficiente per i bisogni dell’attuale bonifica dell’area. Il vecchio motore diesel a tre cilindri installato nel 1912, ancora funzionante, come pure una delle motrici a vapore sono stati mantenuti all’interno dell’impianto per la loro valenza storica.

Da La Nuova di maggio 2013: “ La storia della bonifica -ricorda il presidente del Consorzio Ernestino Prevedello- è fatta di uomini ma anche di opere, come gli impianti idrovori fondamentali, soprattutto nella gronda lagunare, per preservare il territorio dalle acque. Alcuni di questi macchinari hanno fatto il loro tempo e oggi sono pezzi di archeologia industriale ”.

Ritrovo: alle ore 8.30 in sede FIAB Mestre

Rientro: a Mestre con il treno alle ore 18.34

Percorso: su strade secondarie, percorsi ciclabili e pochissimo sterrato

Lunghezza: 30 km

Difficoltà: FACILE

Bicicletta: city-bike o mountain-bike con camera d’aria di scorta

Pranzo: al sacco

Contributo per i soci FIAB: € 6,00

Contributo per i non soci FIAB: € 8,00

Iscrizioni: esclusivamente in sede

- martedì dalle 15 alle 18

- giovedì dalle 18 alle 20

- venerdì dalle 15 alle 18



domenica 20.10.13 - Verso el Machinon, l’idrovora di Lova
Referenti: Viviana T. e Biagio D’U.

Verso el Machinon, l’idrovora di Lova

"In bicicletta nelle terre di Venezia. 18 itinerari tra Mestre, Padova e Chioggia", narra il titolo del libro pubblicato nel 1999 in cui vien descritto l’itinerario 7. Nel 2013 ci cimentiamo a scovare le differenze che il tempo e l’uomo hanno prodotto.




Novembre
sabato 09.11.13 - Pedalata di San Martino

Pedalata di San Martino

Si concludono le attività di questo calendario con la tradizionale biclettata verso Campalto, che festeggia il Santo Patrono, e un augurale brindisi finale.



sabato 09.11.13 - L’estate di SAN MARTINO
Giampaolo – Massimo

La nostra meta sarà Campalto che festeggia il santo patrono. Partiti dalla sede, passando per il parco Albanese, seguiremo poi le ultime ciclabili realizzate per raggiungere il paese di gronda dove saremo coinvolti nella festa: musica giochi e caldarroste servite anche dagli scout. Naturalmente il tutto con a contorno le bancarelle del “mercatino delle massarie”.

Il programma completo delle manifestazioni è nel sito www.campaltoviva.it

Raggiungeremo poi Passo Campalto e, costeggiando la laguna lungo l’argine dell’Osellino, il Parco di San Giuliano. Scavalcata la Triestina sul bel ponte “Europa”, solo ciclopedonale, presso viale San Marco ci sarà la nostra meta finale, la pasticceria Loredana . Saremo accolti con un rinfresco, offerto come da tradizione da tanti anni, e con l’immancabile “sanmartin” finale. Loredana e Roberto sono nostri sponsor, Roberto poi ci tiene alla nostra associazione.

APERTA A TUTTI

E GRATUITA

Ritrovo e partenza: ore 14.00 in sede FIAB Mestre

Rientro: ore 17.30 circa

Percorso: interamente pianeggiante. È necessario munirsi di illuminazione per il rientro e camera d’aria di scorta

Distanza: km. 25 circa

Strada: asfalto e sterrato (20%)

Iscrizioni: in sede